Archivio News

Workshop CreaRE

01/08/2010

Il 29 giugno 2010, si è tenuto ad Essen in Germania il primo workshop dedicato a creatività e requisiti (CreaRE – Creativity in Requirements Engineering, http://sites.google.com/site/creare2010/).

Il workshop ha preceduto la 16-esima conferenza REFSQ2010 – 30 giugno-2 luglio 2010 (http://www.sse.uni-due.de/refsq/2010/), denominata “working conference” perché si caratterizza da sempre con una partecipazione particolarmente attiva alle presentazioni (che prevedono discussant) e alle tavole rotonde, oltre che per l’adozione di una revisione dei lavori guidata da tutor scelti fra i membri del comitato di programma.

Al workshop e alla conferenza sono stati presentati due lavori relativi all’applicazione di una innovativa tecnica di creatività – denominata EPMCreate - all’identificazione dei requisiti. Un precedente lavoro, pubblicato nel Journal of Requirements Engineering, aveva confermato la fattibilità di EPMCreate, oltre che una maggiore efficacia rispetto al brainstorming.

Il lavoro, presentato a CreaRE da Luisa Mich, dal titolo "Individual and End-User Application of the EPMcreate Creativity Enhancement Technique to Website Requirements Elicitation", co-autori Daniel M. Berry e Alessio Alzetta, riguarda un esperimento che ha confermato la possibilità di usare EPMCreate anche come tecnica individuale e non solo di gruppo. Il lavoro accettato a REFSQ2010 (Titolo: “Validation of the Effectiveness of an Optimized EPMcreate as an Aid for Creative Requirements Elicitation”, autori: Victoria Sakhnini, Daniel Berry and Luisa Mich) ha presentato i risultati, promettenti, di un altro esperimento in cui i sedici passi previsti dalla tecnica sono stati ridotti a quattro con una ipotesi basata sulla composizione delle funzioni booleane in due variabili a partire dagli atomi dell’algebra.